Escursione dal rifugio Fanes al rifugio Giussani

Dal rifugio Fanes si imbocca il sentiero numero 11 in direzione lago di Limo, al bivio (quota 2157m s.l.m) si prosegue per il sentiero numero 10 seguendo il corso del Rio Fanes.

Lago di Limo

Si prosegue sul sentiero 10 per diversi chilometri, all’interno di bellissimi ambienti boschivi. Questo percorso è in discesa, dalla quota di 2157m a 1500m circa, fino al raggiungimento del bivio in corrispondenza delle cascate del rio Fanes. A questo punto il sentiero da seguire diventa il numero 401 in direzione Val Travenanzes.
Dolcemente si inizia a recuperare quota fino al bivio con il sentiero 403 (quello che dovremo seguire).
Il sentiero 401, seguito sin ora, presenta diversi punti di interesse paesaggistico. Molto suggestivo è il canyon scavato dal rio Travenanzes e il percorso di risalita che costeggia le Tofane.

Canyon scavato dal rio Travenanzes
Val travenzanzes, poca distanza dal bivio con il sentiero 403. Sulla sinistra la Tofana de Rozes.

Imboccato il sentiero 403 si inizia a recuperare quota molto velocemente, i pini mughi, lasciano posto alla roccia raggiungendo la città dei sassi, luogo in cui, durante la grande guerra, i soldati costruirono molte fortificazioni.
Dopo diverse ore di cammino si inizia ad intravedere la teleferica che rifornisce il rifugio Giussani, che resta nascosto fino a pochi metri dall’arrivo.

Fortificazioni di guerra lungo il sentiero 403 in direzione rifugio Giussani
Il rifugio Giussani

Dal rifugio si gode di una vista stupenda sulla Tofana de rozes e su parte dei monti che danno sulla valle di Cortina d’Ampezzo.
Il percorso descritto è lungo, con dislivelli importanti e potrebbe durare diverse ore (noi abbiamo impegato circa 7h e 30′ con diverse pause) ma permette di vedere paesaggi molto variegati.
Per chi fosse interessato a vivere l’esperienza del rifugio e non vuole seguire questo tracciato può parcheggiare al rifugio Dibona e risalire in direzione Giussani.

La Tofana de Rozes dal rifugio Giussani

Il rifugio è ancora in vecchio stile: le docce e i bagni sono comuni e le camere sono da 5 posti letto oppure da 10/12 se parliamo di camerata.
A cena si respira un atmosfera da film, le persone che ci circondano hanno bellissime esperienze da raccontare e sono piene di entusiasmo per le avventure che le attedono.
Al mattino si può godere dell’enrosadira della Tofana dalla finestra della propria camera.

L’enrosadira della Tofana de Rozes, ore 6:15 a.m
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...